Welink Agencies Welink Agencies
fonti-traffico-utenti

Le fonti di traffico: da dove arrivano gli utenti?

Welink Agencies

Welink Agencies

Fonti di traffico: i canali che gli utenti utilizzano per arrivare sul nostro sito

Qualsiasi attività che si svolge online ha un unico obiettivo: portare sempre più utenti sul proprio sito.

 

Che sia link building o un’attività SEO qualsiasi, l’obiettivo è far sì che sempre più persone visitino il nostro sito.

 

Per tutti i siti web gli utenti rappresentano guadagno: possono essere clienti di un e-commerce, i destinatari di una pubblicità, futuri clienti di un’attività non relegata al solo mondo online…

 

Saper analizzare il traffico, quindi, risulta essenziale per capire qual è la strategia che sta funzionando meglio, quella più adatta alla nostra attività sul web.

 

Proprio in questo articolo andremo ad analizzare i diversi tipi di traffico e alcuni strumenti che ne permettono l’analisi.

 

Da dove arrivano le visite?

Analizzare il tipo di traffico di un determinato sito è un’operazione fondamentale che ci permette di ideare strategie vincenti. Vi sono numerosi strumenti che permettono di analizzare il traffico ma il più utilizzato è Analytics, il tool di Google che permette di analizzare ogni aspetto di un sito web.

Vediamo ora le diverse tipologie di traffico.

 

Traffico organico

Per traffico organico si intende il traffico che deriva da un buon posizionamento sulla SERP di Google o anche di altri motori di ricerca.   

Un posizionamento di questo tipo è frutto di un lavoro minuzioso che parte dallo studio della nicchia per arrivare alla creazione di contenuti focalizzati su determinate Keyword.

Un sito ben posizionato avrà numerose pagine che, se ben strutturate, compariranno in prima pagina dopo che l’utente avrà digitato la query. Le strategie che influiscono sul traffico organico sono tante, e vanno da una buona strategia SEO, basata su un’attenta ricerca delle parole chiave, fino alla già citata link building. Ricordiamo che i backlink, oltre a concorrere al traffico referral, che vedremo nel paragrafo successivo, influiscono positivamente anche sul ranking di un sito.

 

Traffico referral

Il traffico referral è il traffico che deriva dai backlink, ovvero, da quei link che arrivano da siti terzi. I backlink possono derivare da una campagna di link building o da citazioni spontanee. Non è semplicissimo ottenere backlink spontanei: i siti più importanti vengono citati senza che questi attuino una campagna di link building; per i piccoli e medi siti la questione è un po’ diversa e per ottenere dei link si attua una forzatura (deprecata da Google) acquistando dei link esterni. I link spontanei però possono arrivare quando un sito, seppur non autorevole, pubblica contenuti di qualità che, proprio per l’alto valore, vengono linkati anche da altri siti.

 

Il traffico social media

Il traffico social arriva, ovviamente, dai social media. In questo caso è il social media manager che si occupa di scrivere post accattivanti che possano indurre gli utenti a cliccare sul link che porterà al sito. Il traffico social è molto interessante da analizzare perché aiuta ancora meglio a capire la nicchia e il linguaggio che attrae maggiormente.

 

Il traffico a pagamento

Il traffico a pagamento arriva dalle inserzioni pubblicitarie. Se prendiamo ad esempio Google, il motore di ricerca più utilizzato, quello che succede è che si acquistano degli spazi sulla SERP per determinate parole chiave. I costi di una campagna ADS variano molto a seconda dell’importanza della parola chiave, del periodo in cui si decide di avviare una campagna e, ovviamente, della posizione che vogliamo occupare in SERP. Tramite Google ADS possiamo ottenere spazi pubblicitari anche all’interno dei siti. Un altro modo per ottenere traffico a pagamento è contattare i proprietari di siti che pensiamo siano frequentati dalla nostra stessa nicchia di riferimento e acquistare direttamente da loro lo spazio pubblicitario.

 

Il traffico diretto

Il traffico diretto è generato da chi digita direttamente l'indirizzo del nostro sito web sulla barra del browser. Per ottenere un risultato del genere si deve procedere con una buona strategia che aiuti sia a rinforzare il nostro brand, sia a fidelizzare gli utenti che, trovatisi bene con i nostri servizi, non andranno a ricercare quello che cercano su altri siti web ma torneranno direttamente da noi.

 

Come incrementare il traffico del sito web

Come accennato all’inizio, sono tante le operazioni che contribuiscono alla generazione di traffico. Come ben sappiamo, ogni sito o attività ha le sue peculiarità; ciò significa che non vi è una strategia universale ma un lavoro customizzato sulle esigenze dell’attività che vogliamo far crescere.

Quello che non deve mancare mai è sicuramente lo studio della nicchia di riferimento per poter capire come questa ricerca ciò che gli serve, qual è il suo linguaggio, se frequenta i social e quali…

Molta importanza riveste anche la ricerca delle parole chiave: questa ci aiuta a capire quali sono i topic più popolari della nostra nicchia di riferimento, quali i prodotti più venduti e quali le informazioni che attirano più utenti.

Anche quando si decide di acquistare traffico o ottenere dei backlink in modo non naturale è necessario capire bene dove pubblicare gli annunci o i link in modo da restare fedeli alla mission del sito.

Hai un’ Agenzia Digitale?

Fai conoscere la tua Agenzia su Welink Agencies